Aggiornamenti professionali, sono ore lavorative?

Professionalità e Trasparenza.

Una recente Sentenza della Cassazione ha definito la vertenza di un macchinista-ferroviere: gli aggiornamenti professionali sono ore lavorative.

Per meglio comprendere la decisione, definiamo i concetti di Aggiornamenti Professionali e di Ore lavorative.

Aggiornamenti professionali sono ore lavorative  1 768x1920 - Aggiornamenti professionali, sono ore lavorative?

Aggiornamento Professionale

Gli aggiornamenti professionali sono quelle azioni finalizzate ad accrescere le competenze di una persona (conoscenze, protocolli, rischi, ecc.) e le sue abilità, in particolare quelle necessarie per far fronte alle richieste espresse dal contesto lavorativo.

Ore Lavorative

Le ore lavorative sono «qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni.» (d.lgs. 8 aprile 2003 n. 66, art. 1, comma 2, lett. a)

Se desideri un approfondimento, clicca qui.

La Vertenza

Un lavoratore addetto alla conduzione di treni si è rifiutato di ritirare il materiale formativo necessario all’aggiornamento professionale in orario extra lavorativo.

La Società di trasporti, datrice di lavoro, non ha potuto impiegare il macchinista nella turnazione per alcuni giorni in quanto il Lavoratore non risultava pienamente aggiornato sulle nuove procedure di sicurezza.

La Sanzione Disciplinare

Il Datore di Lavoro, a seguito di procedura disciplinare, ha erogato una sanzione: la sospensione dal lavoro e dalla retribuzione per due giorni.

Il Lavoratore ha impugnato la sanzione innanzi al Tribunale e alla Corte d’Appello di Firenze per richiederne l’annullamento in quanto l’aggiornamento professionale dev’essere eseguito durante le ore di lavoro e non in orario extra-lavorativo.

Sentenza Cassazione

La Suprema Corte, con ordinanza del 29 novembre 2018 n. 30907, ha affermato che il rifiuto del lavoratore di svolgere attività di formazione fuori dal proprio orario di servizio non poteva ritenersi inadempienza: l’aggiornamento professionale, anche realizzato attraverso la lettura di documentazione funzionale alla prestazione in quanto necessaria per condurre il treno in sicurezza, rappresenta un obbligo lavorativo che dev’essere eseguito durante l’orario di lavoro.

In applicazione di tale principio, la Cassazione ha stabilito che è onere del datore di lavoro curare che le attività formative  necessarie per lo svolgimento della prestazione dei propri dipendenti avvengano durante l’orario di lavoro non potendo, pertanto, sanzionare la condotta del lavoratore che rifiuti di ottemperare a tali attività strumentali fuori dall’orario di impiego.


Se sei interessato a comprendere il processo del lavoro, qui troverai un articolo che ti spiega, in parole semplici, cosa accede.

Se ha bisogno di maggiori informazioni, contattami.

Aggiornamenti professionali e1562058790266 - Aggiornamenti professionali, sono ore lavorative?