Il Salario e la prima lettura della Busta Paga

Professionalità e Trasparenza.

La busta paga

La retribuzione mensile del Lavoratore Subordinato è chiamata anche salario, termine che deriva dalla consuetudine dell’antica Roma di pagare i soldati con il sale.

Oggi, il pagamento del salario è accompagnato dalla “busta paga”, documento contabile che spiega al lavoratore le ragioni del pagamento.

Il Salario può essere lordo o netto. Il Salario netto è il salario lordo a cui sono state trattenute le tasse.

Il Salario è definito nel minimo del suo ammontare lordo dai Contratti Collettivi Nazionali, i quali indicano la paga base per livello di inquadramento.

Il “livello di inquadramento” è una classificazione dei lavoratori di un settore produttivo in base alle mansioni.

Per esempio, un cameriere di ristorante, secondo l’art. 54 del Contratto Collettivo “Esercizi Pubblici” è inquadrato al livello 4°.

Secondo il Contratto Collettivo “Esercizi Pubblici” un dipendente di 4° livello, full-time, deve ricevere un salario minimo di 1.487,69 euro lordi mensili.

Il minimo salariale attribuito al lavoratore è indicato nella busta paga nella parte alta, detta “Testa” o “Intestazione)”, sotto la voce “Paga base”.

Nella parte centrale della busta paga, detta “Corpo”, sono indicati gli elementi concreti del mese, cioè gli eventi del mese che hanno generato retribuzione (come le ore di lavoro normale, le ore di lavoro straordinario, ecc.) oppure le trattenute (tasse, sanzioni, conguagli).

Nella parte bassa della busta paga, detta “Piede” ci sono gli aggiornamenti mensili del TFR e delle ferie maturate, nonchè l’indicazione delle tasse pagate e la retribuzione netta.

Il salario netto è quanto il Datore di Lavoro pagherà al Lavoratore, questo perchè il Datore di lavoro opera da sostituto di imposta per il Lavoratore, cioè sarà il Datore di Lavoro a pagare le tasse allo Stato per il Lavoratore dipendente.

Qualora il Datore di lavoro non pagasse la retribuzione al Lavoratore, quest’ultimo può recuperare il salario attraverso una procedura giudiziale semplificata: il ricorso per decreto ingiuntivo. Il recupero del credito dovrà essere sempre fatto sulla somma lorda.

Per saperne di più non esitare a contattare lo Studio Legale Bonato.

Busta paga lettura